Ode ad un balcone ora vuoto.

fragile-please-handle-with-care

Mi affaccio dalla finestra della stanza dove lavoro.
Di fronte, c’è uno dei tanti palazzi della zona, in questo palazzo un balcone, uno in particolare.
Fino a ieri sera, quel balcone era pieno di fiori. Ora non più.
Fino a ieri sera, la casa dietro quel balcone era abitata. Ora non più.
Fino a qualche mese fa, chi abitava quella casa era mio amico. Ora non so.
Parlo di quella casa perché la conosco bene, ci sono stata tante volte e quei muri si sono riempiti anche di me.
Quando, stamattina, ho visto tutto quel vuoto, mi è risalita una cara, celeste nostalgia.
Beninteso, non nostalgia delle persone ma delle possibilità, di quando credevo che alcune cose fossero possibili, che alcune persone non mi avrebbero mai fatto del male e che anche io non fossi capace di farne, che, in fin dei conti, insieme ce la potevamo fare.
Quando guardo quella casa, ora abbandonata, posso vedere attraverso le finestre aperte fin dall’altra parte dell’appartamento, fino ad un balcone dove spesso mi è capitato di essere molto triste e senza risposte.
Senza risposte lo sono tutt’ora, triste un po’ meno.
Se quella casa ora vuota, un tempo, è stata piena, anche, di tutta la mia tristezza, posso pensare che su quel camion dei traslochi partito stamani per chissà dove, ci sia uno scatolone con su scritto: Tristezza della Toma?
Beh, abbiatene cura, mettetela sul televisore, accanto alla gondola, spolveratela ché è allergica alla polvere e, ogni tanto, sorridetele: ci ho messo così tanto tempo per farla così bella la mia tristezza.
Vi voglio bene. Non scherzo. Ma nella vita tutti abbiamo un carico di energia non illimitato quindi, a volte, bisogna andarsene.
Siete stati, finché è durato, dei buoni vicini di vita.

Annunci

Informazioni su Simona Toma

Da Questo Libro Presto Un Film. un'esilarante storia d'amore e cinema. dal 31 Maggio in tutte le librerie. ed. Mondadori.
Questa voce è stata pubblicata in DA DOMANI MI ALZO PRESTO, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ode ad un balcone ora vuoto.

  1. Lucky ha detto:

    E’ strano girovagare su wordpress, cercare notizie e altri blog. E’ strano arrivare su un blog come questo per la prima volta e leggere questo articolo come inizio. Non ti conosco, ma il tuo discorso si potrebbe chiudere tranquillamente come Kobe Bryant ha chiuso il suo addio: “Mamba Out”. La nostra storia, quella degli esseri umani sarà sempre piena di tristezza, e credo che chiunque sia sano di mente e felice non si metta a scrivere su un blog. Siamo tutti sulla stessa barca. Ognuno che rema dalla parte che vuole. “Simona Out”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...