Paolo mio, i sogni, certe volte, pure per me si avverano…

toma f2

Paolo mio,
e chi lo avrebbe mai detto, tre anni fa, che poi diventavo famosa per davvero?
Pure la fotografia dentro la libreria mi hanno messo… Che se la mamma mia ancora ci stesse con la testa, sarebbe contenta proprio!
La zia Marietta, invece, fa per tutte e due, e mo che tiene il telefonino nuovo, va con tutte le amiche sue a farsi la foto davanti alla faccia mia…
Come se non mi vedesse tutti i giorni…
Paolo mio, tu sei il sindaco di Lecce e io la casalinga leccese, una bella coppia, no?
Sandra e Raimondo, Romina e Albano, San Giuseppe e Maria, con rispetto parlando…
Paolo e Ada… Sembriamo pure belli, no? Come una musica, una musica di quelle romantiche, di Claudio Baglioni per capirci, non come quelle canzoni di baccano che si sente Emanuele mio.
Quello tiene le scimmie che suonano i coperchi dentro quella testa pazza e le cose belle proprio non le sa capire.
Paolo e Ada…
Ma sempre con rispetto parlando però perché so che mo ti sei fidanzato con una brava ragazza che, l’ho vista nelle foto, è pure bella! Hai fatto bene, bravo, ché la bellezza e i soldi fanno il mondo più semplice, come quando è il 21 giugno che la luce sembra non andare via mai che sta cominciando l’estate e fa niente che tieni un poco di ciccia e il costume ti tira sulla pancia.
Il costume tutto di un pezzo però ché io il bikini non me lo sono mai messo, mi metto vergogna anche se una volta, e forse te l’ho già detto, per andare in Grecia con la Eva, l’amica mia, me l’ero pure comprato ma questa è un’altra storia…

Carta igienica;

Detersivo per i piatti;

Banane;

Latte;

Bagnoschiuma;

Alluminio.

Scusa che sto scrivendo la lista della spesa e le cose mi vengono in mente mano a mano…
Anche se sono diventata famosa, la spesa la devo fare ché a casa mia solo io la posso fare e Gino mio fame la tiene comunque anche se adesso le persone sanno chi sono.
Che poi, chi sono io?
Mi chiamano Ada, Addolorata all’anagrafe, ho appena compiuto 53 anni e non è che la vita mia me la immaginavo diversa però uno ci spera sempre, no?
Poi, sei arrivato tu e mi hai scritto quella lettera…
Ecco, la speranza mia sei stata, quella che fa la vita più bella.
Che poi, secondo te, è un caso che il libro esce proprio il giorno della festa del Santo che proprio oggi si comincia a festeggiare a Lecce?
Tre giorni di festa bellissima che a noi uno solo non ci bastava: Sant’Oronzo, San Giusto e San Fortunato.
No, secondo me, è stata Santa Teresina mia che è andata da Sant’Oronzo che io me lo immagino che sta seduto insieme a San Giusto e San Fortunato, in un bar del Paradiso a giocare a tressette, con tre bicchieri di malvasia e tre uova sode.
Tressette con il morto che siccome stanno in Paradiso è pure una cosa più semplice, no? Se mi sente Don Gaetano che faccio un pensiero così, mi scomunica per tutta la vita e tutta scomunicata, comunque, continua a farmi pulire la sacrestia.
Figuriamoci se quello si perde una come me anche se sono una peccatrice.
Così, me li immagino, al bar – Oronzo, Giusto e Fortunato – e che bei nomi, poi.
Di speranza sono pieni questi nomi.
Solo a Lecce ci potevano essere tre santi così belli.

— Sant’Oronzo, scusami se ti disturbo…
— Teresina, e proprio mo? Non mi posso distrarre che questi due sono tremendi…
— Solo un minuto, Sant’Oronzo mio, mi devi proprio scusare…
— Giusto, statti accorto, ché ti vedo, sono Santo ma fino a un certo punto…
— Si tratta di un’amica mia, Ada.
— E sentiamo, di cosa tiene bisogno questa Ada? Fortunato, certo che di nome e di fatto proprio…
— È di Lecce, sta alla 167 B…
— Ah sì, quella del sindaco.
— Sine lei.
— Beh, dimmi veloce!
— Niente che quella della vita disgraziata sua ci ha scritto un libro e, secondo me, è bello se il libro gli esce il giorno della festa vostra che così diventa una cosa ancora più bella e siamo tutti più felici che a noi queste piccole cose ci bastano.
— E vabbè, se si tratta di questo, mo parlo con San Francesco di Sales che è il protettore degli scrittori e vediamo che possiamo fare!
— Grazie, Sant’Oronzo mio!
— E di che, Teresina, per così poco? Giusto, ti ho detto di stare fermo con quelle carte, ti ho visto… Giusto, se non eri già santo, facevi la fine dei bari…

Ecco, secondo me, le cose così proprio sono andate.
Vabbè, Paolo mio, ti lascio stare che so che non è periodo proprio, con tutti i problemi che ti sei ritrovato a Lecce, mo che sei tornato dal viaggio in America con l’innamorata tua…
Tu lo sai che pure a me piace viaggiare, no? Ma questo è un altro discorso.
Anche se io, la verità vera, l’aeroplano non lo prenderei mai, mi mette paura proprio, là sopra in mezzo agli angeli, con i piedi sospesi nel vuoto come quando vai sull’altalena che è un attimo e cadi giù.
Che, poi comunque, se viaggi ma tieni sempre la stessa testa, fai prima a risparmiarteli quei soldi e a prendere la 32 per andare a San Cataldo.
Paolo mio, solo una cosa però, che io poco me ne intendo di situazioni importanti: ma, secondo te, come mi devo vestire? Che io pure al matrimonio mio, che stavo già incinta della Veronica, non me lo sono potuto togliere il gusto di farmi un vestito nuovo…
Paolo mio, non è che l’innamorata tua tiene qualcosa che mi posso mettere io? Poi, te lo lavo, te lo stiro e te lo ritorno, te lo prometto.
Vabbè, fammi sapere, ti trovo sempre in Comune, no?
Ciao Paolo mio, grazie di tutto, davvero.
Ada tua.

Annunci

Informazioni su Simona Toma

Da Questo Libro Presto Un Film. un'esilarante storia d'amore e cinema. dal 31 Maggio in tutte le librerie. ed. Mondadori.
Questa voce è stata pubblicata in La casalinga leccese e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...