Leaving Milano

foto-15Da oggi, comincia il conto alla rovescia: Via da Milano.
Non so se mi darò all’alcol, accompagnandomi con una prostituta figa come Elizabeth Shue, non lo so, ci devo pensare però ho intenzione di fare, nei prossimi due mesi, parecchie delle cose che non ho fatto in questi quattro anni in modo da andarmene via con tutto il magone e il rimpianto possibile.
Mi piacciono queste uscite di scena, sono fatta così, melodrammatica e neorealista: immaginate me che scrivo con lo stesso piglio della sempre citata e la sempre amata Anna Magnani, che corre dietro la camionetta in Roma Città Aperta.
Via da Milano verso dove?
Come ben sapete, l’adolescenza è un periodo di profonde crisi e di drammatiche ricerche e tentativi di definizione e io ci sono in pieno.
È difficile decidere a quale università iscriversi, ve lo siete dimenticato?
Beh, ci sono qui io a ricordarvelo!
La scimmia dell’adolescenza con me si trova troppo bene e non vuole andare via…
Ma come scrivo? Mah…
Le fasi, in ogni caso, non sono affatto definite: sicuramente domattina mi sveglierò in Stazione Centrale, ovviamente ci vado in treno perché il treno mi dà il senso del viaggio…
Bugia: vado in treno perché l’aereo mi dà la stessa serenità di Enrico Letta primo ministro.
Quindi, siccome io compromessi non ne faccio, come sanno tutti quelli che sono caduti sotto la scintillante scure del mio bruttissimo carattere, mi metto in treno e mi ciuccio 12 ore di viaggio notturno.
Tutto materiale, come diceva il mio primo editor e la mia amica del cuore, entrambi a vario titolo maestri nella mia vita.
Troppo materiale, come comincio a dire io.
In ogni caso, uno dei motivi per cui lascio Milano è che a Milano scrivo davvero male, quando riesco a scrivere.
Il secondo, è che il più grande e sincero amore della mia vita va a vivere a Roma e Milano senza quell’amore grande e sincero ha poco senso.
Il terzo è che sono povera quindi comprate i miei libri, grazie.
In treno, leggerò questo:
foto-16Un libro bellissimo che consiglio enormemente: parla di psicofarmaci e Converse (Lexapron and Cons, è il titolo originale) e di un diciassettenne la cui vita è perfettamente definita dal suo disturbo ossessivo-compulsivo.
Mirabolante.
È un libro edito da Giunti e, ricordatemi, che poi, tra un po’, vi devo dire una cosa…
foto meteoPare che domani pioverà a Milano: non vi inventate che porto la pioggia perché ho sempre portato il sole nelle vostre vite e non dite no…
In ogni caso, fino a ieri portava pioggia anche per sabato!
Ultima cosa: sarò particolarmente sputtanante in questa fase del Leaving Milano, senza filtri, magari eviterò nomi e cognomi ma vi assicurò che le persone saranno assolutamente riconoscibili altrimenti che gusto c’é?
Ciao, se volete ci leggiamo domani, 1000 km più su di ora.
Loviù.

Annunci

Informazioni su Simona Toma

Da Questo Libro Presto Un Film. un'esilarante storia d'amore e cinema. dal 31 Maggio in tutte le librerie. ed. Mondadori.
Questa voce è stata pubblicata in Leaving Milano e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Leaving Milano

  1. gardentourist ha detto:

    Ok… un saluto al volo (oops, scusa!), di corsa… avrei solo una domanda… sottovoce… l’incipit col biglietto contromano svela un finto addio o un vero lapsus?

  2. Elisa ha detto:

    Me lono chiesta pure io…la mia interpretazione è che la ZiaToma venga a MI x recuperare barakka e burattini trasferendosi altrove..(Roma?).
    HugssSimo!

  3. Simona Toma ha detto:

    Ahahaha, sì, allora, succederà questo: stanotte viaggerò per tutta l’Italia, lunga lunga, e domattina sarò a Milano dove comincerà la fase del “non esistono scatoloni abbastanza grandi per contenere gli ultimi quattro, enormi anni di questa sciocca vita”.
    Contestualmente, avvierò il progetto Leaving Milano per documentare la faccenda, che non si sa mai, e, soprattutto, per convincere me stessa che davvero sto lasciando Milano…
    Intanto, rifletterò parecchio sulla prossima destinazione che, in ogni caso, non sarà Roma.
    I bookmakers più lungimiranti mi vedono dall’altra parte dell’Oceano, zona sud ovest del mondo…
    Adoro i vostri commenti, mi fate sentire meno pazza…
    Grazie!

  4. gardentourist ha detto:

    Per me ci vorrebbe un widget sottosopra con tutte le soluzioni °_O
    Grazie e buon viaggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...