Mi chiamo Mauro Repetto e non ho ucciso l’Uomo Ragno ma, una volta, gli ho fatto un culo così.

Ciao,

mi chiamo Mauro Repetto e pare che io manchi dall’Italia dalla Pasqua del 1994.

Sapevo ballare bene, inutile e falso quello che si dice in giro.

Semplicemente, avevo adattato il mio stile alle canzoni.

Il mio corpo reagiva a quel suono con quegli spasmi, tutto qui.

Io, di mio, sapevo ballare benissimo.

Ancora si ricordano di me al Lucky One, quella disco vicino al Ticino.

Ci andavo con Max quando avevamo qualche deca da spendere.

E io mi portavo a casa chi mi pareva.

Minchia, che tempi.

Poi, me ne sono andato.

Io non stavo dentro Topolino, io sono Topolino.

Mi chiamo Mauro Repetto e sono Topolino.

Io sono il Grande Vecchio.

Io sono Mauro Repetto.

E, di me non si smetterà mai di parlare.

Vi ricordate Charlie, quello che per qualche mese sembrò oscurare la stella di Jovanotti, quello che cantava Faccia da Pirla?

No, eh? Però di Mauro Repetto vi ricordate tutti benissimo.

Max continua ad esiste solo perché io, nella Pasqua del 1994, me ne sono andato.

Io, comunque, una volta ho limonato una tipa che stava con Jovanotti, Sofia, si chiamava, di Orzinuovi, poi l’ho rivista dopo un anno e se ne era andata fuori di testa, diceva che l’avevano rapita gli alieni. Lei e Vanna Marchi insieme.

Mi chiamo Mauro Repetto e, per un periodo, ho scritto i discorsi a Bill Clinton.

Sì, vero. E, inoltre, io ho sempre saputo a chi apparteneva la macchia sul vestito di Monica ma, nessuno me lo ha mai chiesto, altrimenti lo avrei detto, evitando tutto quel casino.

Mi chiamo Mauro Repetto e so dove è vostra moglie adesso.

Sono andato via nella Pasqua del 1994.

A fine maggio, ero in Sudafrica a festeggiare con Nelson la sua elezione a presidente.

Mi chiamo Mauro Repetto e sono il coccodrillo bianco delle fogne di New York.

Mi chiamo Mauro Repetto e ho messo io le vedove nere nei tronchetti della felicità, così, per vedere l’effetto che faceva.

Mi chiamo Mauro Repetto e anche mia madre mi chiama Mauro Repetto.

Mi chiamo Mauro Repetto e sono stato invitato all’ultimo concerto di Frank Sinatra.

Ah, che sagoma quel Frank.

Mi chiamo Mauro Repetto e, dopo la morte di Paul MacCartney sono stato uno degli attori che lo ha sostuito.

Una notizia è che Paul MacCartney è morto. L’altra è che so dove si trova.

È a Pavia con Jim, Jimi, Janis, Jeff, Ian, Kurt e da poco è arrivata anche Amy.

Ian è il mio preferito perché anche a me, qualche volta, l’amore mi ha ridotto in pezzi.

Mia madre prima del loro arrivo, si sentiva sola. Ora meno.

Ho provato a mandarle anche Courtney ma non c’è stato verso. In realtà, anche Kurt non era d’accordo che Courtney li raggiungesse.

Mi chiamo Mauro Repetto e l’idea dell’euro è una mia idea.

Mi chiamo Mauro Repetto e mi piace un sacco l’insalata greca anzi ora scendo a prendere gli ingredienti al supermercato e me la preparo per cena.

Mi chiamo Mauro Repetto e io ho detto a vostro figlio che Babbo natale non esiste.

Mi chiamo Mauro Repetto e sono stato il primo fidanzato di vostra figlia.

Mi chiamo Mauro Repetto e, avete presente i dinosauri? Beh, non mi fate incazzare.

Mi chiamo Mauro Repetto e io ho detto “Ehi Professore, lascia in pace i ragazzi”.

Mi chiamo Mauro Repetto e, mamma mia, che giorno quel giorno a Woodstock.

Mi chiamo Mauro Repetto e lo stadio era pieno ed ero con Cinzia e il suo veleno. Poi siamo tornati a casa.

Mi chiamo Mauro Repetto e, per un periodo, ho ballato per gli AC/DC.

Mi chiamo Mauro Repetto e sono la prima Miss Italia nera.

Mi chiamo Mauro Repetto e la pecora Dolly stava a casa mia.

Mi chiamo Mauro Repetto e ho amato Lady Diana. Tutto il resto era una copertura.

Mi chiamo Mauro Repetto e ho deciso io che si dovesse usare il prefisso anche per le chiamate urbane.

Mi chiamo Mauro Repetto e uso ancora MySpace.

Mi chiamo Mauro Repetto e conosco tutte le vostre password.

Tutte. Sì, anche quella lì, proprio quella, sì.

Mi chiamo Mauro Repetto e sono anni che conosco tutti i segreti di Fatima e me ne sono sempre vantato con i miei amici al bar.

Anzi al bistrot perché, ora, vivo in Francia.

Mi chiamo Mauro Repetto e Adele mi ha dedicato tutte le sue canzoni d’amore. Cioè Adele mi ha dedicato tutte le sue canzoni. Punto.

Mi chiamo Mauro Repetto e Le Luci della Centrale Elettrica li ho inventati io. O l’ho inventato io, non lo so. Anche lì, Vasco cantava e io ballavo, ma era un ritmo difficile da tenere.

E quindi, ho preferito scrivere i testi per il nuovo disco di Dente.

Mi chiamo Mauro Repetto e, una volta, ho fatto l’amore con una che era bellissima ed era del Minnesota. Ma se era del Kentucky, come il pollo fritto, io ci facevo l’amore lo stesso.

Mi chiamo Mauro Repetto e, una volta, ho rivisto un amico dopo diciotto anni e l’ho trovato parecchio ingrassato.

Mi chiamo Mauro Repetto e, da piccolo, mi piaceva ascoltare la radio con mio nonno. Quanto mi piacevano tutte quelle manopoline, solo che io non potevo toccarle, faceva tutto lui e mi diceva: “Diavolo d’un diavolo d’un demonio”.

Mi chiamo Mauro Repetto e mi sono sempre piaciuti i pallottolieri e le collane di perle. E mi piacciono le persone a cui piacciono i pallottolieri e le collane di perle.

Mi chiamo Mauro Repetto e, una volta, credo di aver visto un ufo ma forse avevo bevuto un po’ troppo perché avevo litigato con mia moglie.

Mi chiamo Mauro Repetto e il mio dolce preferito è la torta sbrisolona.

Mi chiamo Mauro Repetto e “Grande Cocomero, vienimi a prendere, portami via con te, io sono qui”.

Mi chiamo Mauro Repetto e so cucinare il pesce molto bene anche se il mio piatto preferito sono le trenette con il pesto. Mi fanno felice.

Forse perché sono nato a Genova anche se ho sempre vissuto a Pavia

Mi chiamo Mauro Repetto e volevo una famiglia e ora ce l’ho.

Mi chiamo Mauro Repetto e mi piacciono il mare, i tramonti (non le due cose insieme perché al tramonto al mare ci sono troppe zanzare), le cose semplici e i maglioni di lana.

Mi chiamo Mauro Repetto e preferisco scrivere con la matita e non con la penna.

Mi chiamo Mauro Repetto e ho cercato di imparare a suonare il basso ma niente.

Mi chiamo Mauro Repetto e il rumore che fa Parigi, tutto sommato, mi piace molto.

Mi chiamo Mauro Repetto e, da bambino, sapevo fare dei disegni bellissimi.

Mi chiamo Mauro Repetto e non ho ucciso l’Uomo Ragno ma, una volta, gli ho fatto un culo così. Pezzali Massimo, alla festa di Carnevale, in quinta elementare, era vestito da Uomo Ragno e mi aveva dato della femminuccia perché ero vestito da ballerino e avevo i capelli lunghi e biondi, davanti agli occhi. E io l’avevo menato, di brutto. È nato tutto così.

Mi chiamo Mauro Repetto e, prima, stavo impazzendo ma, adesso, sto bene.

Ho solo ucciso Mauro Repetto e così me la sono sfangata.

P.S.

PARLA LA TOMA:

SE SIETE ARRIVATI FINO IN FONDO E SE, DUNQUE, MI VOLETE BENE DAVVERO, VOLEVO DIRVI CHE, DA OGGI, MI IMPEGNO MOLTO SERIAMENTE A DIVENTARE SERIALE E A PUBBLICARE OGNI SETTIMANA, IL LUNEDI’.

VOGLIO DIVENTARE UN APPUNTAMENTO COME L’OROSCOPO, COME IL MERCATO SETTIMANALE, COME LA RACCOLTA DEL VETRO, COME GLI GNOCCHI, COME LA PARTITA A SCACCHI.

E SE IL LUNEDI’ NON AVETE VOGLIA DI LEGGERE “AFFARI E FINANZE”, VI VENGO IN SOCCORSO CON “TAMARRI E FIDANZE”, STORIE NON ANCORA ACCADUTE INTERPRETATE DA PERSONAGGI VERI.

SARO’ LA VOSTRA UMILE E FINE DICITRICE DI SUBLIMI MINCHIATE PRESSO LE VOSTRE TESTE INQUIETE E, SE VOLETE, SVOLGERO’ ANCHE SERVIZIO A DOMICILIO: DATEMI DUE PERSONAGGI QUALUNQUE (UOMINI, DONNE, BAMBINI, ANIMALI, COSE, TUTT, TUTTO, TUTTO) E UN’AZIONE E IO VENGO A RACCONTARVI LA VOSTRA STORIA.

SONO QUI, NEL CASO NON VI BASTASSE.

QUESTO BLOG È UNA LAVAGNA, VENITE A SCRIVERMI!

VI AMO E MI AMO.

About these ads

Informazioni su Simona Toma

Da Questo Libro Presto Un Film. un'esilarante storia d'amore e cinema. dal 31 Maggio in tutte le librerie. ed. Mondadori.
Questa voce è stata pubblicata in Heroes e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Mi chiamo Mauro Repetto e non ho ucciso l’Uomo Ragno ma, una volta, gli ho fatto un culo così.

  1. mauro repetto ha detto:

    ciao sono Mauro Repetto.

  2. Zia Cin ha detto:

    Se tu ci ami e ti ami fai bene perché io valgo.

    ps: ti repetto sà di retweetto. Dovrebbero fare il social Network di Repetto.

    pps: ma sulla lavagna posso farci i disegni sporchi quelli per i quali si finisce dietro (la lavagna)?
    :D

  3. Emanuele Perrone ha detto:

    Mi chiamo Mauro Repetto,e sto scrivendo al posto di Perrone,che io a Perrone,l’ho conosciuto davvero!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...